BIBLIOTECA SAINTE GENEVIEVE – LABROUSTE

interno biblioteca_sante genevieve_labrouste

LUOGO: Parigi

ANNO: 1838-1850

PARTICOLARI:

  1. La sala di lettura al primo piano è formata da un sistema completamente indipendente di colonne in ghisa ed archi che formano due navate lunghe e strette con una spina lungo il centro.
  2. Sempre la sala di lettura, ha una copertura metallica che viene lasciata a vista e questo è un gran passo in avanti perché, si è vero che anche nelle stazioni il metallo all’interno era lasciato a vista, ma per la prima volta lo viene fatto in un edificio rappresentativo. Più precisamente le volte sono ricoperte da pannelli smaltati.
  3. Gli scaffali formano un ballatoio e questo ricorda la biblioteca di Boullée.
  4. Originariamente la divisione fra i due piani era segnata soltanto da una forte modanatura orizzontale, ma i membri del Consiglio del dipartimento civile giudicano la soluzione troppo rigida. Elevati i magazzini librari di 19 cm, Labrouste introduce il fregio a ghirlande che richiama quello del Pantheon e fornisce quel movimento che è necessario per rendere la facciata meno statica.

particolare facciata_nome autori libri_Bibliotheque_sainte_genevieve_labrouste

DESCRIZIONE: La biblioteca dell’abbazia di Sainte Genevieve fu distrutta per realizzare la nuova chiesa e fu ricostruita più in là.

Alcune difficoltà avevano ritardato  l’acquisto dell’area, me nel gennaio del 1840 lo schema iniziale viene approvato in linea di massima. Le revisioni richiederanno altri due anni e i fondi verranno stanziati soltanto nel 1843. Nel giugno del 1844 viene approvato il progetto definitivo, quando già sono iniziati i lavori alle fondamenta.

L’edificio, terminato nel 1850, presenta uno schema molto semplice:

– un lungo rettangolo formato da tre piani di cui uno interrato.

Al pian terreno, a sinistra troviamo i magazzini librari, a destra uffici e una sala di libri rari, mentre sul retro dell’edificio è presente un vano delimitato da una scalinata che porta alla sala di lettura che occupa tutto il pianio superiore.

Il metallo utilizzando nella realizzazione delle volte della sala lettura gli ha permesso di realizzare una luce maggiore.

Gli archi interni si riflettono nelle aperture ad arco del piano superiore, contenente finestre in alto e, sotto, pannelli di riempimento (ciascuno perforato a sua volta da una piccola finestra) dove ci sono scritti i nomi degli autori dei libri contenuti all’interno.

Il piano terra è perforato da una fila di finestre ad arco e da un portale poco appariscente, pure ad arco, decorato soltanto da lampade.biblioteca sanite genevieve_labrouste

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...