I MANGIATORI DI PATATE – VAN GOGH- 1885

i mangiatori di patate_van gogh

DIMENSIONI: 81,5 X 114,5 cm

ANNO: 1885

CORRENTE ARTISTICA: Post-Impressionismo

SOGGETTO RAPPRESENTATO: Cinque umili contadini raccolti intorno alla tavola bandita di patate bollite e caffè nero.

PARTICOLARI:

  1. Il quadro emana disperazione, sofferenza e fatica grazie all’utilizzo di colori scuri.ù
  2. Il segno è forte e incisivo ed accentua il dramma della misera vita condotta dai protagonisti.
  3. Rifiuta i canoni tradizionali della bellezza.
  4. Van Gogh ha descritto come ha studiato e disposto i vari elementi all’interno del quadro in alcune sue lettere. In una delle molte lettere al fratello Theo (la n. 404 del nutrito epistolario) nell’aprile 1885 egli scrive: “Ho voluto, lavorando, far capire che questa povera gente che alla luce di una lampada mangia servendosi dal piatto con le mani, ha zappato essa stessa la terra dove poi le patate sono cresciute; il quadro, dunque, evoca il lavoro manuale e lascia intendere che quei contadini hanno onestamente meritato di mangiare ciò che mangiano. Ho voluto far pensare a un modo di vivere completamente diverso dal nostro, di noi esseri civili”.
  5. La stanza appare angusta e stretta e la tavola risulta essere sproporzionata rispetto al locale.

ANALISI: Nei suoi primi quadri (come questo), mostra un’influenza del Realismo della scuola olandese ed infatti si può notare l’interesse per il chiaroscuro, contrasti elementari di luci e ombre, colore denso e spesso.

particolare mani_mangiatori di patate

Le pennellate aggressive e vibranti sottolineano i volti sofferenti, le mani deformate dal lavoro e gli occhi animati da una luce interiore (lampada).

Con la luce della lampada le figure assumono un rilievo quasi doloroso, la scena perciò, assume un significato che va ben oltre il semplice consumarsi di un pasto: essa rappresenta il momento universale in cui ciascuno riceve il sacramento per il quale ha lavorato, ha lottato, faticato e sofferto.

piramide_mangiatori di patate_van goghVan Gogh costruisce il quadro utilizzando una piramide che culmina con la lampada e la cui base è costituita dal tavolo. Attorno ad esso dispone simmetricamente i contadini, due per lato ed al centro della composizione scorgiamo invece, vista di spalle, la sagoma scura della bambina che è posta in rilievo dal vapore emanato dal piatto di patate bollenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...