SEDIA APPESA – NANNA E JORGEN DITZEL – 1957

DITTA: Bonacina Pierantonio

ANNO: 1957 a oggi

MATERIALI: Vimini.

DESCRIZIONE: I due coniugi fecero molti esperimenti con il vimini fino ad arrivare alla creazione della sedia Appesa. In un’intervista nel 1992 Nanna Ditzel affermò di aver provato per molti anni a conferire al suo design di mobili “la leggerezza e la sensazione di galleggiare nell’aria”.

Per apprezzare il significato del suo design è importante riconoscere quanto si fosse allontana dalle idee dominanti e piuttosto sobrie della sua epoca e di come avesse preso le distanze anche dalle influenze dominanti del design danese.

Con la sua sedia Appesa, detta anche Uovo, non soltanto diede sfogo al suo spirito libero con parecchi anni di anticipo rispetto al resto del mondo, ma iniziò inoltre ad allontanare il design danese di mobili dal Funzionalismo, secondo la sua opinione ipersfruttato e dogmatico.

Nanna Ditzel aveva appreso le tecniche della falegnameria alla Scuola di Arti e Mestieri della sua città, e più tardi aveva approfondito lo studio dell’arredamento con Kaare Klint all’Accademia Reale Danese di Belle Arti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...