GOLCONDA – RENÉ MAGRITTE- 1953

golconda_magritte.jpg

DIMENSIONI: 80,7 X 100,6 cm

ANNO: 1953

CORRENTE ARTISTICA: Surrealismo

SOGGETTO RAPPRESENTATO: Lui stesso ripetuto più volte che piove dal cielo.

PARTICOLARI:

  1. Contrappone l’assurdo, lo stupefacente e l’illogico al consueto.
  2. Riproduce le ombre degli uomini sugli edifici e sul cielo: è quindi irreale e idilliaco.
  3. Magritte descrive la sua opera con queste parole: “C’è una multitudine di uomini, di uomini diversi. Ma poiché una multitudine non fa pensare a un individuo, tutti gli uomini sono vestiti allo stesso modo… “Golconde” era una ricca città indiana, una specie di miracolo. Io ritengo che sia un miracolo poter camminare attraverso il cielo sulla terra”.
  4. Il quadro emana una sensazione di dolcezza poetica, di grande magia e fascino.
  5. Questo quadro, come molti altri suoi dipinti, cela però un messaggio: dipingendo gli uomini alla stessa maniera (tutti muniti dello stesso cappotto e bombetta) fa capire che considera gli uomini tutti uguali, come pezzi di una scacchiera, simili a modelli ripetibili all’infinito.
  6. Altro aspetto estremamente curioso è il titolo: Golconda era un’antica città molto ricca dell’India, descritta dal pittore come una specie di miracolo, in quanto considerata un modello utopico di organizzazione sociale (e “idealizzata” dagli europei nei secoli passati per la ricchezza dei suoi giacimenti di diamanti). E ricercando dunque il sottile collegamento tra il titolo e l’opera, Magritte stesso dichiara come sia un miracolo «poter camminare attraverso il cielo sulla terra», riprendendo l’azione irreale del quadro. Quindi è una città utopica come utopico sarebbe appunto per gli uomini volare.

ANALISI: Nei suoi quadri ricorre spesso all’utilizzo di omini con la bombetta inseriti in situazioni improbabili, come in questo caso che piovano dal cielo. La composizione è molto semplice: è fatta di tre elementi, cioè il cielo, gli edifici molto semplici e stilizzati (quasi bidimensionali) e gli uomini standardizzati con la bombetta.

In quest’opera molti aspetti possono creare turbamento: non sappiamo se effettivamente le figure scendano dal cielo, se salgano in una sorta di ascesi o se più semplicemente volino sospese; la loro standardizzazione e la denuncia  che lui fa dell’omologazione degli uomini nella società.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...