GUARANTY BUILDING – LOUIS SULLIVAN

facciata_Guaranty building_Sullivan_1894

LUOGO: Buffalo

ANNO: 1894 – 1898

INCARICO: E’ stato progettato da Luis Sullivan e Dankmar Alder.

PARTICOLARI:

  1. Sullivan rivisita l’idea di rivestimento come di mascheramento e coniuga i valori di monumentalità con il mito semperiano dell’origine tessile della parete.
  2. All’ornamento del rivestimento viene affidato il compito di interpretare la leggerezza della struttura a telaio.
  3. E’ caratterizzato da un paramento in terracotta con bassorilievi dai delicati ornamenti geometrici e pilastri che sono connessi solo alla sommità dell’edificio tramite archi a tutto sesto allungati.

  Dettaglio_coronamneto grattacielo_Guaranty building_Sullivan_1894Dettaglio capitello colonna_Guaranty building_Sullivan_1894

  1. Sullivan segue il principio “la forma segue la funzione”.
  1. Ora il grattacielo è chiamato Prudential Building.
  2. L’edificio è stato dichiarato monumento storico nazionale nel 1975.

   

DESCRIZIONE: E’ un palazzo di tredici piani, geometricamente semplice, che lascia ben in evidenza la struttura portante costituita dalla griglia di pilastri rivestita di mattoni.

La scelta del cotto come rivestimento diventa funzionale non solo alla piacevolezza estetica ma anche alla necessità di servirsi il più possibile di materiali resistenti alle fiamme, causa di tante tragedie in quel periodo.

Il grattacielo è per Sullivan come una colonna classica con un plinto, un fusto e un capitello: i primi due piani sono il plinto, con esercizi commerciali aperti al pubblico, i piani superiori con gli uffici sono il fusto e infine l’attico con le sue elaborate decorazioni e le finestre tonde che si sviluppano su tutti e quattro i lati funge da capitello.

Utilizza il concetto degli archi stirati in altezza da perderne la percezione.

planimetria_ piani superiori_guaranty building

Vengono configurati dei montanti verticali continui non interrotti dalle fasce orizzontali arretrate e per dare l’idea di un ritmo serrato, per ogni campata tessile e vegetale. Il fusto della colonna viene fasciato con nastri sottili alternati, uno con motivo a intreccio lineare stilizzato, l’altro con due file di piccoli quadrati che hanno il valore di punti di cucitura. I montanti si configurano come fasci di nervature organiche fittamente intrecciate che nella parte alta si aprono in trame più ampie a costituire una superficie intessuta che avvolge le finestre colorate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...