POLTRONA SACCO – PIERO GATTI, CESARE PAOLINI, FRANCO TEODORO – 1968

piero-gatti-saccoDITTA: Zanotta

ANNO: 1968 a oggi

MATERIALI: Carta e colla.

DESCRIZIONE: Gli anni Sessanta videro il dilagare di mobili prodotti con materiali moderni ed economici come le plastiche stampate a iniezioni. I mobili gonfiabili e usa e getta divennero parte integrante dell’evoluzione degli spazi interni e dell’arredamento, e rifletterono il sovvertimento socioculturale giovanile di quel decennio.

Inizialmente Piero Gatti, Cesare Paolini e Franco Teodoro avevano proposto di utilizzare un involucro trasparente pieno di un liquido, ma il peso eccessivo e le difficoltà di riempimento avevano condotto invece all’ingegnosa scelta di utilizzare milioni di minuscole palline di polistirene semiespanso.

Disegno_zanotta_sacco_gattipaoliniteodoro_dim-1458724069

La poltrona Sacco fu lanciata da Zanotta come la poltrona delle Mille e una Notte (mille posizioni da assumere di giorno, una sola di notte, ma eccessivamente comoda).

Era un oggetto comodo, divertente, di tendenza e in sintonia totale coi tempi. Quindi, quel che era cominciato come un mobile di design di alta qualità si evolve rapidamente in soluzione spaziale a basso costo e prodotta in serie.

Per quanto oggigiorno i pouf in genere siano universalmente giudicati fuori moda, la poltrona Sacco sopravvive grazie al suo design pionieristico, e come immagine simbolica della tendenza all’ottimismo tipica degli anni Sessanta.

Poltrona_Sacco_Zanotta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...