L’ASSENZIO – DEGAS- 1876

l'assenzio_degas

DIMENSIONI: 92 X 68 cm

ANNO: 1876

CORRENTE ARTISTICA: Impressionismo

SOGGETTO RAPPRESENTATO: L’ambientazione è in un bistrot di Parigi e i due protagonisti, bevitori d’assenzio, sono rispettivamente un clochard e una prostituta.

PARTICOLARI:

  1. Degas per rappresentare questi due personaggi ha usato due attori: Ellen Andrée e Marcellin Desboutine (suo amico).
  2. Dietro di loro è presente uno specchio, sul quale si riflettono le loro ombre.
  3. Le diagonali perpendicolari dei tre tavoli definiscono una direzione prospettica esterna del quadro; la donna è posta al centro eppure la dissimmetria della composizione la fa percepire spostata a destra; la posizione e lo sguardo dell’uomo portandoci verso un punto esterno al quadro, ne dilatano percettivamente lo spazio.

diagonali perpendicolai_qudro_l'assenzio_degas

ANALISI: Il taglio prospettico, l’individuazione dello spazio, i personaggi, l’accostamento dei colori sono tutti elementi, che rendono quest’opera fra le più convincenti e inquietanti della produzione dell’artista. La donna siede inerte sulla panca, appoggia le braccia sul marmo del tavolo (indifferente).

Risaltano i colori chiari della donna. Un giornale unisce i due tavoli.

Degas non cerca di fare denuncia sociale, ma vuole solamente cogliere un momento di vita reale e fermarlo, come in una foto istantanea scattata dal tavolo vicino sulla destra della scena, come a sottolineare la loro marginalità sociale.  Degas sceglie audacemente questo tipo di scorcio ispirandosi alle tipiche composizioni della pittura giapponese, molto di moda nella Parigi di fine Ottocento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...