IL BACIO – HAYEZ- 1859

il bacio_hayez

DIMENSIONI: 112 X 88 cm

ANNO: 1859

CORRENTE ARTISTICA: Romanticismo

SOGGETTO RAPPRESENTATO: Un giovane stringe in un abbraccio appassionato la sua donna.

PARTICOLARI:

  1. Il quadro realizzato in un anno cruciale come il 1859, anno della seconda guerra di indipendenza, assume un significato politico e patriottico: il giovane che abbraccia con tanto calore la sua donna simboleggia uno dei volontari  del Risorgimento, e l’ardore del bacio  nasce anche dal pensiero della lontananza e dei rischi connessi alle guerre.
  2. La rappresentazione è essenziale. Vengono esclusi elementi di contorno per concentrarsi sull’arabesco lineare che unisce i due amanti.
  3. Le soluzioni cromatiche sono di particolare audacia: si veda la tonalità, preziosa e fredda, dell’abito femminile, cui si oppongono le tinte calde (in particolare il rosso dei calzoni).
  4. Il bacio è sì molto sensuale, ma non è molto tranquillo. L’uomo, infatti, poggia la gamba sinistra sul primo gradino della scalinata, lasciando emergere l’elsa di un pugnale dal mantello: quest’instabilità fisica manifesta un certo nervosismo, come se il bacio fosse mosso non da un semplice anelito sentimentale, bensì da particolare ombra_il bacio_hayezun’imminente dipartita, trasformando questo romantico gesto in uno straziante commiato. I toni melodrammatici sono esasperati dalla presenza di una figura in penombra in posizione tergale, dietro il varco archiacuto: le interpretazioni sono molteplici, tanto che si è pensato che si possa trattare di un uomo intento a spiare furtivamente la scena, di un congiurato che attende il congedo del suo sodale dall’amata per cominciare la loro azione, anche se più probabilmente non è nient’altro che una semplice domestica.

 

ANALISI: L’ambientazione non è contemporanea, infatti la scena dell’incontro tra i due amanti si svolge in un castello, su un pianerottolo, ed i costumi dei due giovani fanno pensare al tardo Medioevo. Il tema di fondo sembra essere l’amore, perché risaltano diagonali_il bacio_hayezprima di tutto l’intensità del bacio e l’abbandono della donna, che si direbbe appartenere a figure memorabili quali Francesca da Rimini dantesca o la Giulietta shakespeariana.

Lo schema geometrico e prospettico del Bacio è impostato su una serie di diagonali che, seguendo l’andamento dei gradini, tendono a convergere nel punto di fuga, collocato immediatamente a sinistra dei due amanti. Dette linee rappresentano l’ossatura del quadro: in questo modo, infatti, l’attenzione dell’osservatore è concentrata sulla coppia, che si distingue nettamente dallo sfondo anche grazie ai contorni ben definiti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...